Verruca volgare: qual è il trattamento migliore

Forum Verruca Volgare Verruca volgare: qual è il trattamento migliore

  • Post
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    C’è chi non riesce a debellare la verruca da anni pur avendo provato diversi trattamenti e consultato diversi dermatologi. Possibile che nessuno sia riuscito nell’intento?E’ veramente corretto pensare che un trattamento sia migliore di un altro per eliminare la verruca? E vooi cosa avete usato?
Stai visualizzando 30 risposte - dal 91 al 120 (di 126 totali)
  • Repliche
    margot
    Membro
    La ringrazio per la cortese risposta. In effetti il problema si è poi risolto nel giro di un paio di giorni e finalmente la verruchetta malefica è debellata. Grazie
    Daniel N.
    Membro
    Salve,ho bruciato delle verruche sulle mani circa 8 giorni fa…la parte dove la ho bruciato fa un po’ male al tocco…quanto dura la guarigione della verruca? La bolla d’acqua la ho scoppiata 4 giorni fa…
    Il contatto con l’acqua è minimo…
    Vorrei sapere quanto ci metta la riformazione della pelle…grazie
    Alessio
    Membro
    sono due anni e mezzo che ho una verruca nella punta del mignolo della mano sinistra e ho fatto 5 sedute di crioterapia ma nonostante ciò la verruca non si è ancora tolta. Ora dovrò fare un intervento laser. Sono preoccupato se questo intervento toglierà la verruca e se sarà doloroso. Con la crioterapia non c’è stato alcun miglioramento. In cosa consiste il laser e quanto è la probabilità che la verruca sparirà?
    Grazie mille.
    Federica
    Membro
    Salve, circa un mese fa ho trattato una verruca plantare con L azoto liquido. Dopo pochi giorni il dolore era sempre forte e così il dermatologo scavando mi ha tolto il pus che si era formato e ha staccato la verruca. Il decorso è stato lento ma sembrava essere guarita del tutto. Solo pochi giorni fa mi è ricomparso un dolore simile a prurito e spina proprio come la prima volta. Non capisco da cosa è dovuto, la pelle intorno è nuova e rosa. È possibile che sia ritornato il virus?
    Grazie.
    William B.
    Membro
    Salve,
    il 9 Giugno 2016 mi è stata praticata presso la Asl del mio territorio una crioterapia per asportare una verruca plantare al piede destro. Mi è stato consigliato di applicare da oggi, per due volte al giorno x 15 giorni, Braderm Verruxine gel. Fare pediluvi con sale e camminare in acqua di mare. Il problema è che ad iniziare da poche ore dopo il trattamento e fino ad oggi avverto un dolore abbastanza forte alla pianta del piede, formicolio e irrigidimento al polpaccio (tra ginocchio e tallone) che mi rendono difficoltoso camminare (zoppico). E’ normale? quando smetterà? Và bene camminare al mare? Grazie per la risposta.
    Eleonora
    Membro
    Salve, a Febbraio ho tolto 24 verruche piane sul dorso della mano e a distanza di 4 mesi ho delle bruttissime cicatrici rosse sporgenti abbastanza grandi lasciate dal trattamento laser fatto in ospedale dove mi avevano detto che non avrei avuto cicatrici, per di più le verruche sono tornate e si stanno diffondendo anche sopra alle cicatrici non so cosa fare perché non voglio avere altre cicatrici, anzi vorrei trovare un rimedio per togliere sia verruche che cicatrici!!! Inoltre secondo lei è possibile che la comparsa di queste verruche sia connessa con la candida albicans?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    William,personalmente non codivido l’indicazione ad applicare immeditamente dopo un trattamento di crioterapia topici cheratolitici così come indicare i pediluvi con acqua e sale e inviare ad aandare al mare. Si tratta pur sempre di una mediazione post-trattamento che andrebbe curata in modo sterile fino a gaurigione avvenuta per evitare il rischio di recidive o infezioni
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Daniel, di solito i tempi di guarigione si aggirano sui venti giorni. 
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Alessio, il trattamento con il laser dovrebbe essere tollerato e solo in parte fastidio. Ti auguro che questa sia la volta buona per risolvere definitivamente il problema. 
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Federica, si certo è possibile che si possa trattare di una recidiva così come che possa semplicemente trattare di un tiloma (un callo), ovvero un ispessimento che la pelle potrebbe aver messo in atto per accelerare la guarigione della ferita
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Eleonora, prima di tutto non è presente nessuna correlazione tra la Candida albicans e le verruche. Poi per quanto riguarda le cicatrici, che descrivi, sarebbe opportuno valutare se effettivamente trattasi degli esti del trattamento eseguito oppure se sono delle verriche non rimosse adeguatamente. Ti consiglio di consultare un dermatologo per fare il punto della situazione e capie l’approccio migliore per risolbvere il problema
    Maria
    Membro
    Salve, ho un problema che sta diventando insopportabile per me. Un paio d’anni fa mi comparse la prima verruca su un dito della mano, provai con l’azoto e dopo un po’ di tempo di nuovo lì. Nel frattempo nonostante i trattamenti, sono aumentate sempre di più. Non solo sulle dita delle mani e sulle “attaccature” delle unghie.. Ma anche sulle labbra e sotto il naso. Non solo ho provato con l’azoto liquido in alcuni punti e con alcuni trattamenti con verrunec, ma anche “bruciandoli” con quella piccola penna che adesso non ricordo come si chiama. Adesso sto provando con dei prodotti naturali e in più sto facendo da circa un mese una cura per il sistema immunitario. Sono disperata
    Francesco
    Membro
    Buongiorno Dott. da circa 8 mesi soffro di verruche palmari che ho trattato con Crio a bastoncino e asportazione chirugica con scarsi risultati lasciandomi quest’ultima delle cicatrici accentuate. Da circa 15 giorni ho iniziato la crio a spray che sembra aver portato qualche risultato. La chiedo quale possa essere la causa della recidivita’ delle verruche. Cordialità Francesco
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Maria, la tua storia è simile a quella di tanti altri che come te da tempo, troppo tempo, stanno tentando di eliminare il problema delle veruche ma invano senza riuscirci. Prima di tutto di fronte ad una situazione complessa come quella descritta è necessario valutare e comprendere se ci sono delle condizioni immunitarie, lavorative, sociali, ecc. che ne hanno favorito l’insorgenza e poi la diffusione. Poi è necessario appurare se i trattamenti eseguiti sono stati eseguiti correttamente e proprio per questo sconsiglio il fai da te e di affidarsi ad un dermatologo, disposto a seguirti nel tempo. Infine, dopo il trattamento medico sono fondamentali le medicazioni a domicilio che devono essere eseguite in maniera sterile evitando di bagnare e sporcare le ferite fino a guarigione.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Francesco, teoricamente ci possomo essere tre motivi:1) il trattamento non viene eseguito correttamente e quindi le verruche non vengono eliminate del tutto2) non vengono trattate tutte le veruche e quindi quelle rimaste rappresentano la fonte per  la recidiva. Lo stesso dicasi nel caso di un familiare, convivenete o partner che ha le verruche e non viene trattato3) dopo il trattamento nn vengono eseguite medicazioniin modo sterile e quindi la cute ferita si reinfetta nuovamente e peggio di prima. Prestare sempre massima attenzione a non bagnare e sporcare la zona trattata
    Antonio
    Membro
    Salve,
    Le scrivo per avere un parere su cosa fare.
    Mia madre tra maggio e giugno è stata operata due volte per una verruca all’alluce dal piede destro. Al secondo intervento i medici le hanno detto che sono arrivati fino all’osso e che quindi avrebbero pulito tutto ciò che c’era da pulire.
    In realtà ad oggi mia madre non riesce ancora a camminare, il piede è sempre gonfio e dolorante, quando l’appoggia sente un dolore fortissimo tanto da mettersi a piangere, sta bene solo seduta o sdraiata. Venti giorni fa quando è venuta a trovarmi a Firenze l’ho portata al p.s. per farla visitare, il medico di turno le ha dato una cura antibiotica ritenendo che ci fosse una forte infezione, c’è stato qualche miglioramento nel senso che il piede è meno gonfio ma il dolore persiste.
    Non sappiamo cosa fare, se è il caso di intervenire nuovamente chirurgicamente o no.
    La ringrazio in anticipo per la risposta
    Maurizio
    Membro
    Buongiorno.
    Due giorni fa (lunedì) sono andata dal dermatologo per la 3^ o 4^ volta nel giro di un anno,affinché questo rimuovesse le 5 verruche che ho sotto il piede da più di un anno,e che non sono mai riuscita ad eliminare con Verunec o,appunto, con l’azoto liquido.
    Da ieri ,però,la verruca che ho sotto il piede destro si è gonfiata in modo molto evidente (1 cm di spessore) e,oltre ad arrecare un dolore molto forte,prurito e a presentare rossore,non mi permette di camminare quasi per nulla.Cosa potrei fare?Grazie per la risposta in anticipo.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Antonio, prima di tutto è necessario comprendere perchè il piede, a distanza di due mesi, dal trattamemto è gonfio e dolorante! E’ molto probabile che sia successo qualcosa e difficilmente che il tutto possa essere dovuto ancora alla verruca. Qualcosa non quadra. Consiglio di consultare un dermtalogo e far presente tutto quanto per avere una diagnsi di certezza e poi di conseguenza valutare il trattamento più idoneo per risolvere tutto quanto
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Maurizio, anche se l’hai specificato presumo che il dermatologo abbia eseguito un trattamento con azoto liquido per trattare le verruche. Se così fosse per rispidere alla tua domanda ti consiglio di leggere il post che ho scritto perchè completament ededicato a questo problema –> link
    Felice
    Membro
    Buonasera Dott.sa venerdì il medico mi ha congelato con azoto liquido 4 verruche, una delle quali dopo poche ore si è caricata di sangue e si è gonfiata molto rispetto alle altre, nella notte di domenica urtando la mano si è rotta ed è fuoriuscito molto sangue, solo che oggi noto che si è riformata di nuovo, più sgonfia si ma si è riformata.
    Siccome a breve partirò in ferie vorrei sapere che tempi occorrono per fa si che si secchi e cada questa crosta ?
    Luana
    Membro
    Salve,io ho due verruche da febbraio-inzio marzo. Sono andata prima da un podologo,poi da due dermatologi verso fine maggio
    Il primo mi ha detto che dovevo risolvere o con laser o chirurgicamente perche erano abbastanza grandi e credeva fossero unite(una è al lato del piede dove di solito si forma la cosidetta cipolla,l altra invece proprio parallela ma sotto )cosi sono andata da un altro dermatologo che da giugno mi ha inziato la terapia con l azoto.
    Arrivati a fine luglio ancora non ho risolto nulla,anzi mi aveva consigliato vasisil ma sinceramente ha solo peggiorato,ora non so come togliere quella pelle perche ovviamente fa male…sto impazzendo,e dovrei anche partire a metà agosto in crociera quindi sinceramente vorrei andare e star bene non zoppicare come faccio da marzo
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Luana, il problema molte volte non è il trattamento eseguito come se uno fosse migliore di un altro. In generale, i trattamenti sono tutti ugualmente efficaci. Poi è necessario appurare se sono stati eseguiti correttamente, se la verruca durante il trattamento è stata eliminata del tutto oppure se le medicazioni successive al trattamento sono state eseguite in modo corretto. La scelta sul tipo di trattamento invece è legata ad alatri fattori:- strumento o metodica disponibile in un dato momento nello studio medico- valutazione del tipo di esito post-trattamento avere per un minor disagio al paziente- familiarità e competenza del dermatologo con un dato strumento o metodicaNel tuoc aso è necessario consultare un nuovo dermatologoche possa aiutarti a gestire il tuo problema in modo tale che poi tu possa partire serenamente per le tue vacanze
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Ciao Felice, la tua domanda è pertinente e ti invito a leggere il post interamente dedicato a questo argomento, intitolato: Bolle dopo l’azoto liquido, cosa fare  –> link
    valentina
    Membro
    Ciao luana, io ho una verruca da circa un anno sul dito,
    quando ha cominciato a darmi fastidio ho comprato lazoto ma poi non lho messo xche non mi convinceva,
    cosi ho preso il Duofilm che trovi tranquillamente in farmacia.
    Metti una goccia tutte le sere seguendo bene le istruzioni che sono facilissime.
    A distanza di 2 settimane, facendolo tutte le sere sembra che sia quasi totalmente caduta la verruca che era anche
    molto profonda .
    CIAO
    CHIARA
    Membro
    salve! vorrei un’informazione.. per circa tre anni ho sofferto di verruche alle mani, sempre trattate con medicinale DUOFILM.. alcune scomparivano e a distanza di tempo ricomparivano, altre non cadevano mai.. si sono praticamente moltiplicate a vista d’occhio e ho deciso di bruciarle a dicembre 2015.. sembrava tutto apposto finche oggi ne ho vista una piccolissima e ho ricominciato a trattarla con duofilm.. potrei sapere come mai è ricomparsa? premetto che c’è una storia familiare.. tutti in famiglia ne hanno sofferto, ma una volta bruciate a loro non si sono più ripresentate. grazie della risposta!
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Chiara, probabilmente ci potrebbe essere stata una reinfezione venendo a cotatto con qualcosa che poi ti ha infettato nuovamente
    Francesca
    Membro
    Salve! Ho effettuato in mattinata la rimozione di una verruca volgare sul ginocchio trammite azoto liquido. Il mio dermatologo mi ha consigliato di evitare il contatto con l’acqua fino a guarigione. Mi è però sorto un dubbio successivamente. Essendo io una giocatrice di basket, posso continuare ad allenarmi proteggendo adeguatamente la zona del ginocchio operata? Ovviamente al termine della sessione di allenamento eviterò il più possibile il contatto con l’acqua durante la doccia.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Francesca, si certo, non dovrebbero esserci controindicazioni. Mi raccomando segui le indicazioni del tuo dermatologo
    Pasquale F.
    Membro
    Salve! Da agosto mi è spuntata una verruca sotto il labbro inferiore. Ad ottobre ho fatto una prima seduta di crioterapia con l’anidride carbonica e il dermatologo mi ha detto di tenerla sempre coperta con un cerotto (quelli a nastro che si tagliano). Non si è formata nessuna bolla e la verruca si è allargata in spessore e ridotta in altezza. A novembre ho ripetuto la crioterapia: dopo due giorni si è staccato un primo strato della verruca cioè è rimasta a livello della pelle (quasi come una macchia ruvida). A distanza di un mese è ricresciuta più grande di prima. Se avessi ripetuto la crioterapia dopo poco tempo la caduta del primo strato (anzichè attendere un mese come dice il mio dermatologo), è probabile che la verruca si staccasse definitivamente? L’alternativa alla crioterapia è il laser e l’intervento chirurgico? Questi lasciano sempre delle cicatrici? La verruca essendo in pieno volto mi fa preoccupare l’eventualità di segni/cicatrici. Grazie mille
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Ciao Pasquale, molto strano che dopo diversi trattamenti la cosidetta verruca sia ancora presente. A questo punto credo che la soluzione migliore sia l’asportazione chirurgica per poterla poi esaminare e capire istologicamente se effettivamente trattasi di verruca.Capisco il timore per l’eventuale cicatrice che dovesse residuare però in questo caso è fondamentale a questo punto capire effettivamente se si tratta di verruca oppure no. 
Stai visualizzando 30 risposte - dal 91 al 120 (di 126 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.