TPHA

Forum Sifilide TPHA

  • Post
    Gi
    Partecipante
    Buongiorno dottore, ad ottobre 2019 mi è comparsa un’ulcera, ci sono voluti due mesi per capire che fosse sifilide. Ero fidanzata da 3 anni e il mio ragazzo non presentava lesioni. Metà dicembre 2019 faccio due iniezioni di sigmacillina in un’unica volta. Le riporto i dati delle tre analisi che ho fatto, tutte nelle stesso laboratorio.

    Dicembre TPHA 38,400 (<0,9 index negativo->1,1 Index reattivo) VDRL Positiva

    Dicembre una settimana dopo l’iniezione TPHA 33,600 VDRL Positiva

    Maggio TPHA 46,700 VDRL Positiva debole
    <p style=”text-align: left;”>Il mio ginecologo mi ha rassicurata perché il vdrl ora è debole, so che il tpha resterà sempre positivo ma mi chiedevo come mai a una settimana dall’iniezione fosse sceso ed ora è addirittura più alto delle prime analisi che feci.</p>
    La ringrazio infinitamente

Stai visualizzando 2 risposte - dal 1 al 2 (di 2 totali)
  • Repliche
    Danio
    Partecipante
    Ill.mo Dott. Alessandro Martella,
    ho molti dubbi sul fatto sulla sifilide,
    ho avuto 2 rapporti non so se a rischio o meno, ma ho limonato in 1 rapporto a fine 2015 e l’altro a maggio 2016.
    A fine luglio 2016 inizio ad avere brutti sintomi, astenia, febbricola, forti mal di testa e dolori muscolari.
    Mi rivolgo al medico di base e mi prescrive una serie di analisi dove ho una forma leucocitaria altina ed esami delle rickettie e Brucelle, tifo, paratifo e mononucleosi.
    I primi negativi, sia EBV che CMV igg.
    Passano i mesi e a novembre 2016 mi sottopongo agli esami TPHA VDRL HIV 1/2 risultato negativo. Posso star tranquillo? Ho sempre dolori articolari, linfoadenite, muscolari, sintomi neurologici, astenia, saranno conducibili ad altro visto quella negatività sierologiche.
    Nel 2018 mi sottopongo nuovamente agli esami della LUE ed HIV sempre negativi.
    Ho paura che sarò al terzo stadio e non emergono queste infezioni dalle analisi.
    HCV ed HBV negativi.
    Borrelia positiva esame effettuato nel 2018 (Spirocheta come la sifilide).

    Sicuro di una sua risposta esaustiva porgo i miei più cordiali saluti.

    Danio
    Partecipante
    Ill.mo Dott. Alessandro Martella,
    aggiungo che ho fatto anche esami in centro trasfusionale dove ricercano l’anti treponema pallidium  e son stato sempre negativo.

    Mi sorge quindi il dubbio che una borrelia essendo una Spirocheta bisognerebbe trattarla con penicillina anziché con ceftriaxone i.v. o bassado e quindi non arrivo mai a remissione completa dei sintomi. È di competenza dermatologica come la sifilide, visto che è un batterio delle famiglie delle spirochete?

    Nessuno sa aiutarmi nel merito a capire come curarmi, ho una western blot borrelia positiva in igg p41fla e p17.

    Sicuro di una sua valutazione professionale, di risposta con scienza e coscienza.

    Cordialmente

     

Stai visualizzando 2 risposte - dal 1 al 2 (di 2 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.