Sifilide (Lue): parliamone

Forum Sifilide Sifilide (Lue): parliamone

  • Post
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    E’ un dato di fatto che le malattie sessualmente trasmesse stanno aumentano e tra queste la Sifilide. Con chi parlarne? Con il dermatologo! Se non lo sai, la diagnosi e cura della Sifilide è di sua competenza. Temi di aver contratto la malattia? Hai avuto un rapporto a rischio e hai dei dubbi?Scrivi pure la tua storia e da dermatologo ti risponderò. Sappi che io ci sono! Non esitare!
Stai visualizzando 30 risposte - dal 31 al 60 (di 239 totali)
  • Repliche
    speranza
    Membro
    Ma allora io che sono allergico alla penicillina (mio zio è morto) sono costretto a morire anche io…..?? Il mio medico mi diceva che era una valida alternativa nei casi di nn potere prendere la penicillina….la prego mi dica cosa devo fare allora…i dolori muscolari sono quindi riconducibili alla inefficacia della terapia?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Che lei è allergico alla penicillina lo apprendo adesso ed è ovvio che in questi casi viene indicata una terapia differente…
    Personalmente avrei optato per la Tetraciclina e/o eritromicina
    speranza
    Membro
    Mi scusi ma che differenza c’è perché la doxiciclina è meno efficace della tetraciclina? Un periodo di 20 giorni di bassado è sufficiente a combattere la malattia?? Mi sto veramente confondendo adesso…venerdì dato le analisi vdrl e tpha la vdrl dopo un mese di antibiotico può diventare negativa?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Facciamo un po di ordine perché effettivamente c’è un pò di confusione:
    1) Il trattamento d’elezione per la Sifilide è la penicillina
    2) quando un paziente è allergico alla penicillina si utilizzano farmaci di seconda scelta quali: tetracicline e/o eritromicina. In particolare, le Tetracicline sono una famiglia di farmaci nella quale è compresa anche la doxicillina per esempio quindi va bene la terapia che le è stata consigliata.
    3) TPHA non si negativizza dopo la terapia tende a rimanere stabile oppure lentamente a decrescere. Il TPHA è un indagine utile solo per la diagnosi e non la guarigione. Nel suo caso specifico è un aumento potrebbe dipendere dal fatto che le indagini sono state eseguite ogni volta in laboratori differenti motivo per cui le avevo consigliato di farlo sempre presso lo stesso laboratorio
    speranza
    Membro
    Dottore probabilmente mi sono espresso male ma io le analisi le ho sempre fatte nello stesso laboratorio analisi….per capirci con 20 giorni di bassado la guarigione è assicurata? Dopo un mese di terapia la vdrl si negativizza? Io farò le analisi domani. Grazie mille
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    In conclusione con 20 giorni di Bassado dovrebbe esserci la guarigione.
    Specificatamente per la VDRL si ritiene che il trattamento è stato efficace quando rispetto al valore iniziale il valore di VDRL risulta ridotto di 4 volte dopo 3 mesi e di 16 volte dopo 6 mesi
    Francesco R.
    Membro
    Dottore ho già scritto su questa pagina perché ho la psitasi rosea di Gilbert… Però ho paura xhe è sifilide…prossima settimana dovrò affrontare un intervento chirurgico e mi hanno fatto oggi un prelievo del sangue…hanno riempito tre provette e mi hanno detto che è tutto ok… Se era sifilide sarebbe uscito dalle analisi?
    Francesco R.
    Membro
    Spiego meglio la mia situazione…ho avuto un rapporto protetto con una ragazza che non conoscevo … Fopo poco tenpo ho notato una macchia sul braccio e successivamente si è sparsa per tutto il corpo… Cioè avrò 6 macchie sul petto 1 sotto l’ascella 4 sulle spalle e altre macchioline sulle braccia… Una mi è uscita sul pene… Sulla pelle… Il dermatologo ha detto xhe è psitasi rosea di Gilbert… Devo stare tranquillo?
    Francesco R.
    Membro
    mi scusi se le scrivo tutti questi messaggi ma sono davvero in ansia e non so più che fare….ogni messaggio mi scordo di scrivere qualcosa…comunque in questo cercherò di essere + preciso…ho avuto un rapporto protetto con una prostituta e mi sono cominciate a uscire queste macchie…la prima è uscita sul braccio, più grande rispetto alle altre e poi successivamente una sulla parte esterna della mano( non il palmo ) e sulle costole …successivamente altre sul braccio e sul fondo schiena… il dermatologo ha detto che è psitasi rosea di gilbert..posso starne certo che la diagnosi sia sicura?? perchè una macchiolina è uscita pure sulla pelle del pene…poi voglio dirle che prossima settimana avrò un intervento per la rimozione di una cisti e mi hanno tolto tre provette di sangue…mi hanno detto analisi perfette…se avessi avuto qualcosa sarebbe risultato??? ( non so il tipo di analisi che mi hanno effettuato) …. ah e il primo dottore ( il medico di base ) che mi ha visto la prima macchia( quella sul braccio ) la prima volta l’ha confusa con un fungo…la prego ( mi scusi l’insistenza so che forse starà lavorando) ma mi risponda…anche per email..dove vuole lei… grazie mille per lo splendido servizio che svolge
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Per la sifilide sono necessarie delle indagini specifiche (TPHA, VDRL) di solito non richieste prima di eseguire l’intervento chirurgico
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Come scritto in chat gli esami per la sifilide data la storia gli eseguirei comunque proprio per stare tranquillo
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Francesco,
    capisco la sua preoccupazione è come già scritto le consiglio di eseguire gli esami del sangue per escludere la Sifilide
    Francesco
    Membro
    Salve B giorno
    Avrei bisogno di un informazione
    A maggio 2015 ho scoperto di avere la lue secondaria il valore del tpha era positivo di 10240
    Mi hanno prescritto la cura
    Ho rifatto l’esame del sangue questo mese è il risultato tpha è sempre positivo ma è sceso a 1028 posso sentirmi tranquillo o devo rifare tutto?
    Grazie mille
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Francesco, il fatto che il valore del TPHA sia calatoe anche tanto è un indice di guarigione. il valore difficilmente si negativizzerà
    Mario
    Membro
    Salve, ho avuto un rapporto orale con un partner che potrebbe essere a rischio, lo scorso novembre. Ad oggi non ho avuto sintomi, posso stare tranquillo?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Teroricamente sì anche perchè manca la certezza che il partner avesse la Sifilide. Ad ogni modo in questi casi per evitare di vivere nel dubbio consiglio sempre di rivlgersi al proprio medico di medicina generale per farsi prescrivere le indagini bioumorali (esami del sangue) specifici
    Luc
    Membro
    Salve da gennaio ho delle macchie su braccia e busto senza altro tipo di manifestazioni. Solo ultimamente, non so se sia autosuggestione o cosa, mi pare di avere prurito in testa e perdita di capelli. So che devo recarmi a fare le analisi per essere certo. Un dermatologo mi disse che potrebbe trattarsi di Pitiriasi…cosa che spero!
    Grazie mille
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Luc, prima di ogni cosa devi consultare un dermatologo il quale sulla base del sospetto ti consiglierà le indagini da eseguire per una conferma diagnostica
    Marco
    Membro
    Salve dottore,
    volevo sapere quando possono considerarsi definitivi i test VRDL e TPHA, mi sembra di aver capito che i test effettuati dopo 5 settimane dall’evento a rischio sono da ritenersi definitivi, o sbaglio?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Marco, se dopo 5 settimane i test sono negativio non c’è nessun problema
    Nicola
    Membro
    Dottore un informazione. Io sono un paziente affetto da LES in terapia con il Plaquenil da 200 mg 2 compresse al giorno. La mia compagna è risultata positiva alla sifilide all stadio secondario. Io ho fatto il test e risulto negativo sia al TPHA che VDRL. Ora mi chiedevo, il Plaquenil può causare negatività essendo un anti malarico?
    Grazie per la risposta.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Nicola, domanda interessante ma non credo che il farmaco abbia negativizzato i valori quanto piuttosto che tu non abbia contratto l’infezione. 
    Paolo (non verificato)
    Ospite
    Buongiorno Dottore
    grazie del servizio che ci offre.Avrei una domanda
    Sono stato del medico curante perché da circa 3 gg ho i seguenti sintomi:
    1. In testa mi vengono come dei bernoccoli (anche 5) che poi scompaiono per riapparire in diverse posizioni.Ho come dei leggeri bruciori in testa.
    2. Mi si sono gonfiati un paio di volte il sotto occhi (come le borse) prima uno e il giorno dopo l’altro, per poi sparire nell’arco di 24 ore circa
    3. Sul dorso (non il palmo) della mano tra il pollice e l’indice, la pelle si e’ gonfiata e mi e’ venuta una strana macchia semi tondeggiante.Anche questa mi e’ sparita circa dopo meno di un giorno
    4. Sulla tempia mi si e’ sviluppato anche un pozzo che si e’ risolto anche lui nell’arco di 24 ore
    5.Continuano a venirmi tuttora bozzi sulla testa.
    Il Dottore mi ha visitato e’ in un primo momento dai sintomi sopracitati ha accennato a sifilide.
    Poi mi ha visitato e cercato se avessi su palmi delle mani, pianta dei piedi, schiena, gola e orecchie altri sintomi.
    Non ha trovato niente.
    Conclusione: Mi ha diagnosticato una Orticaria
    Quindi mi ha dato un antistaminico in gocce da prendere per le prossime 2 settimane e se i sintomi non scompaiono di ripresentarmi.
    Ora la mia domanda e’ in relazione alle modalità di trasmissione sifilide:
    Sono stato con una prostituta 3 settimane fa.Ho avuto un rapporto orale protetto.Poi ci siamo masturbati a vicenda (io lei e lei me).Le ho inserito un dito dentro la vagina.Poi lei si e’ masturbata ed infine mi ha masturbato a me senza preservativo facendomi venire.
    La mia domanda e’ la seguente:
    Le azioni del sesso sopracitate sono una modalità di trasmissione della sifilide?
    Tenendo presente che lei aveva mani sporche di secrezioni vaginali potrebbe avermi infettato masturbandomi?
    In sostanza vorrei sapere la sua opinione se la diagnosticata orticaria potrebbe in realtà trattarsi di sifilide.
    La ringrazio anticipatamente
    Cordiali saluti
    Paolo
    Gigi
    Membro
    Salve, le sottopongo il mio problema, 44 anni or sono ( ero giovanissimo) contratti la sifilide primaria, e dopo una lunga cura di penicillina ( quasi un anno ) ci fu la guarigione clinica.
    Ho sempre effettuato regolari controlli , circa 4/5 fa ho avuto un rapporto orale con una donna, ( mi limitai a quel rapporto per mia scelta in quanto ho avuto sentore che le tipa non fosse sana, viste le confidenze intime verbali ricevute dalla donna ) Ebbene per mesi mi son tenuto tutti i tremori finché ho deciso di sottopormi agli accertamenti clinici con i seguenti risultati VDRL POSITIVA – TPHA POSITIVO TITOLO 1/80 FTA ABS IgG positivo debole – FTA- ABS IgM positivo debole – conclusione come avrà compreso dopo 44 anni mi sono ribeccato la malattia sessuale LO SPECIALISTA MI HA MESSO IN CURA CON MIRACLIN 3 PASTIGLIE AL GIORNO (100 MG ) OGNI 8 h x 28 giorni! Le mi domanderà perché antibiotici e non ricorso alla penicilina? Semplice, già a suo tempo avevo manifestato allergia alla peniccilina. La mia domanda è Miraclin è efficace per la cura? O c’è il rischio che non serve a nulla ? MI attendo una sua celere risposta e la ringrazio con anticipo.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Gigi, ti riporto pari pari la risposta che ti ho già inviato per mail :)Ciao, potrebbe essere un valido trattamento anche se di seconda scelta rispetto alla penicillina appunto alla quale è allergico. Il trattamento con il Miraclin, che appartiene alla famiglia delle Tetracicline, è particolarmente efficace quando viene iniziato tempestivamente come dimostrato dai dati della letteratura medica che segnalo: http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/24518634
    Gigi
    Membro
    quindi?? MI sto curando a scatola chiusa? Dai risultati analisi .. può dirmi che tipo è la malattia? I -II o III ? Premetto che non ho avuto sintomi di nessun genere e tanto meno manifestazioni sia alla pelle che alle parti intime ZERO ASSOLUTO !!
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    il valore, indicato nella mail, è molto basso quindi potrebbe tranquillamente essere una fase iniziale ma non escludo anche la “cicatrice” sierolgica della vecchia malattia. Deve sapere che dopo la terapia i valori indicati non si negativizzano e solo il loro monitoraggio nel tempo che ne dimostra un loro progressivo calo è la dimostrazione della guarigione. P.S. per evitare risposte doppie e per dare continuità al dialogo ti invito a scegliere un solo canale per farlo: la mail oppure qui sui commenti. Grazie mille 🙂
    Giuliano
    Membro
    Grazie per le informazioni che fornisce su questo sito. Ho necessità di un solo chiarimento, che non si evince dai vari commenti presenti. Dati i tempi di diagnosi abbastanza lunghi dovuti al periodo di incubazione della malattia diventa difficile diagnosticare correttamente la malattia in una fase estremamente precoce (VDRL almeno 8 giorni ma potrebbero essere necessari 15 per positivizzazione, TPHA 10 settimane quindi due mesi e mezzo per positivizzazione), potrebbe succedere di trovarsi in una situazione nella quale la probabilità di aver subito un contagio è estremamente elevata (per esempio un partner sessuale al quale viene diagnosticata la malattia in un periodo immediatamente successivo all’incontro). In questo periodo si potrebbe essere estremamente contagiosi a propria volta. Vorrei sapere se è conveniente e possibile iniziare comunque un trattamento antibiotico preventivo, magari alternativo a quello a cui si viene sottoposti al momento della diagnosi (iniezioni di pennicillina su entrambi i glutei da ripetere una settimana successiva), magari sotto forma di compresse specifiche. Questo trattamento al fine di impedire in maniera definitiva la progressione della malattia con conseguente impossibilità di divenire sorgente di contagio proprio per estirpazione completa di qualsiasi focolaio iniziale di infezione.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Giuliano, il trattamento antibiotico non può essere preventivo anche perchè la Sifilide è solo una delle possibile malattie sessualmente trasmesse. Se c’è stato un rapporto sessuale a rischio è sempre indicato sottoporre all’attenzione del dermatologo la presenza di eventuali manifestazioni comparse, ad esempio ai genitali e che potrebbero essere suggestive di una determinata patologia, per poi eseguire gli esami del sangue di conferma. Solo successivamente può essere iniziata la cura
    Privat (non verificato)
    Ospite
    Buonasera dottore, a marzo ho scoperto di avere la sifilide e di aver contagiato anche mia moglie, a quanto pare (spero di non sbagliarmi) i valori non erano molto alti… Igg 0.8 igm 0.9, x la moglie 0.3 0.4 (positività da 1.1) vdrl positiva ad entrambi ma non era quantitativa…
    Grazie al Dio ho una moglie fantastica e, visto che le promesso con tutto il cuore che non le farò mai più uno sgarro del genere (ho ricevuto un rapporto orale extraconiugale) mi ha perdonato…
    A marzo, il dermatologo ci tranquillizzò anche dicendo che dalla fine della terapia penicillinica eravamo già pronti x progettare una gravidanza, noi, ovviamente abbiamo paura per il momento… A fine mese ripeteremo gli esami, e nel caso il dottore ci confermerà che la terapia è stata efficace vorremmo effettivamente provare ad avere un figlio, lei cosa ne pensa? È troppo presto? Sarebbe meglio aspettare? Quanto tempo secondo lei? La ringrazio anticipatamente per il servizio che offre… E le auguro una buona serata
Stai visualizzando 30 risposte - dal 31 al 60 (di 239 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.