Pitiriasi Versicolor: gli errori da evitare

Forum Pitiriasi Versicolor Pitiriasi Versicolor: gli errori da evitare

  • Questo topic ha 59 risposte, 24 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 1 anno, 2 mesi fa da Fabio.
  • Post
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Alzi la mano chi ha la Pitiriasi Versicolor che si manifesta più volte durante l’anno e negli anni.Veramente pensate che il trattamento sia sempre quello di ripetere quello che il dermatologo ha consigliato la prima volta?Oppure avete perso le speranze e pensate che non sia assolutamente possibile curare definitvamente la Ptiriasi Versicolor?Raccontatemi la vostra storia e cerchiamo insieme di capire qual è l’errore che vene commesso responsabile delle recidive della malattia.
Stai visualizzando 30 risposte - dal 1 al 30 (di 59 totali)
  • Repliche
    pasquale
    Membro
    ciao, ma alla fine qual’è la cura??? che le abbiamo provate tutte!!
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Pasquale, le abbiamo provate tutte è una frase fatta… Spesso come scritto l’insuccesso è dovuto al fatto che vengono eseguite terapie nei momenti sbagliati oppure perché utilizzati prodotti noti per aver determinato resistenza e quindi non più efficaci. Di solito il trattamento è a base di antimicotici ma non tutti sono uguali
    Laura
    Membro
    Gentile dottore a ne è stata diagnosticata questa micosi ma il dermatologo non ha utilizzato la lampada di wood ma ha detto che si trattava di pitiriasi guardando le macchie bianche ad occhio nudo. Mi ha prescritto tiodet per la detersione 2 volte al di é tiomousse da applicare senza risciacquo sempre due volte al di. Niente antimicotico per bocca perché allatto. Dopo quelli che ho letto mi domando se la malattia è in fase attiva o meno inoltre le mie macchie ( una quindicina in tutto) sono tutte localizzate sul petto una zona che mia figlia tocca e gratta in continuazione. Ci può essere correlazione tra la localizzazione delle macchie e il comportamento di mia figlia?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Laura, nessuna correlazione tra il comportamento di sua figlia e la Pitiriasi Versicolor
    Simone
    Membro
    Buongiorno Dottore. Mi scuso se pongo una domanda ricorrente. Da anni soffro di PV, quest’estate ho preso più sole del solito e le chiazze hanno iniziato ad essere più in risalto perché rimaste bianche. Ma la PV sembrava essere scomparsa. Ora (novembre) con il cambio di stagione prolungato, ho iniziato a sentire un po’ di prurito e infatti è tornata! Quindi ora ho sia chiazze bianche (schiena e spalle) che rossastre (collo e schiena).
    Ho fatto in passato trattamenti con Pevaryl e Sporanox, ma al cambio di stagione successivo, il problema è da capo. Cosa mi consiglia? Posso provare il fluconazolo? Ho 26 anni e la gente spesso mi osserva il collo e non so come fare… Il mio desiderio è quello di debellare la cosa una volta per tutte.
    La ringrazio in anticipo.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Simone,
    le terapie non si provano ma si eseguono solo se c’è l’indicazione corretta a farlo.
    Per quanto rognosa, fastidiosa perché recidivante, è indicato consultare un dermatologo per capire esattamente se la malattia è in fase attiva e di conseguenza qual è il trattamento più indicato
    Alessandro
    Membro
    Buonasera Dottore, Le chiedo, quando è il periodo giusto per iniziare una terapia a base di antimicotici? Grazie per la risposta.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Ciao,
    la terapia deve essere iniziata solo quando la malattia è in fase attiva. La fase attiva può essere dimostrata dal dermatologo osservando la pelle con la luce di Wood per valutare lo stato della malattia.
    Alessandro
    Membro
    Negli anni sono stato da molti dermatologi, in ogni periodo dell’anno, solita cura, lavarsi con doccia-shampoo con ph acido, pevaryl schiuma e crema, mai avuto benefici, presi anche antimicotici per via orale ma dovetti interrompere perché Mi causavano problemi allo stomaco, ora c’è Mio nipote che ha lo stesso problema e l’unico antimicotico con cui a avuto dei benefici è il Pevaryl in gel, allora Mi chiedevo se potevo provarlo anche Io oppure rischio che non faccia nulla perché il fungo in questo momento potrebbe essere in fase non attiva? Di solito, c’è una stagione in particolare nella quale il fungo va letteralmente a dormire? Oppure si chiama fase attiva quando d’estate si suda di più ed il fungo trova l’habitat migliore? Le faccio queste domande perché ogni dermatologo che ho contattato negli anni, Mi ha sempre detto che la cura va fatta in inverno in modo che in estate il fungo è bello che debellato, è veramente così? Grazie per la pazienza…
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Alessandro,
    è troppo semplicistico ridurre tutto alla stagionalità.
    Teoricamente, il dermatologo dee visitare il paziente con la luce di Wood per valutare se la malattia è in fase attiva e quindi da trattare. Il trattamento sarà specifico con farmaci da assumere per bocca associati ad un terapia topica oppure semplicemente topica.
    Nei casi in cui il soggetto dovesse riferire ripetute recidive è fattibile dopo aver eseguito il trattamento per eliminare la Malassezia impostare un trattamento di “profilassi” per prevenire le ricadute.
    Alessandro
    Membro
    Comunque Mi dispiace dirlo ma dei dermatologi che negli anni Mi hanno visitato mai nessuno ha usato la luce di Wood e questo Mi rattrista molto… veramente molto, saranno passati circa 5 o 6 anni dall’ultima visita, forse questa tecnica non veniva ancora usata? Mi sembra strano… Ok, grazie mille comunque per averMi risposto e soprattutto di essere stato paziente, che strano, una volta tanto il paziente non sono Io!!! 🙂
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Alessandro,
    la luce di Wood è una delle metodiche più vecchie in dermatologia….

    Grazie a te per aver condiviso la tua esperienza.

    davide
    Membro
    dottore gia da fine estate mi sono uscite delle macchie bianche sul cuoio capelluto e un po su l inizio della fronte facevo anke le lampade da un po ho smesso e si vede un po la differenza io soffro di dermatite seborroica cosa mi consiglia
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Ciao Davide, prima di tutto è necessario capire se le macchie bianche sono un segno di attività della malattia oppure un esito per ché l’approccio è completamente differente come ho ampiamente spiegato in questo articolo che ti consiglio di leggere: clicca qui
    Gerardo
    Membro
    salve , faccio uso di antiaggreganti piastrici e sulla scatola gli antimicotici sono nelle controindicazioni.
    esiste una altra cura? grazie
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Gerardo, certo!Teoricamente si potrebbe pensare solo ad una terapia locale evitando l’assunzione di antimicotii per bocca. In questi casi si potrebbe immaginare l’uso di un doccia shampoo e di una lozione, oppure mousse oppure spary a base di antimicotici da utilizzare quotidianamente per alcune settimane.
    Pietro
    Membro
    Salve dottore. Agli inizi di novembre a mia madre sul seno e’ comparsa una macchia simile a quella mostrata da lei in foto nella pagina dedicata alla pitiariasi rosea . Di lì a 2 settimana vi è stata eruzione sull’addome fianchi e schiena. Inizialmente lo specialista aveva parlato di pitiariasi versicolor confermata da un esame microscpico. Per 7 giorni ha fatto applicare sulla chiazza grande micoxalamina, ma al controllo successivo, vista l’eruzione su addome e fianchi, e che la chiazza iniziale comunque non era scomparsa, ha mutato la diagnosi in Parapsoriasi in attesa però di una biopsia. È possibile che le stesse macchie possono avere diagnosi così diverse?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Pietro, si, è possibile!Le manifestazioni cliniche delle malattie dermatologiche possono essere simili tra loro e anche per questo motivo la diagnosi dermatologica spesso non è facile e sono necessarie delle indagini quale in questo caso la biopsia.
    maria
    Membro
    E possibile che un neonato di 6 mesi abbia pitiriase versicolore?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Maria, molto poco probabile…Ha già consultato un dermatologo? 
    Fabio
    Membro
    Buongiorno Dott.Martella ,
    Lei consiglia quindi che, nel caso la malattia sia in fase attiva dopo diagnosi attaccarla con i farmaci aspettando poi una ripigmentazione , nel caso invece la diagnosi venga fatta in fase non attiva , una condotta più prudente sarebbe meglio , quindi senza l’utilizzo di farmaci aspettando che si ripresenti per poi attaccarla ?
    Grazie
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Fabio, per malattia non in fase attiva intendo dire che non è presnete il fungo ma solo le macchie bianche quale esito della sua pregressa presenza. In questi casi una cura farmacologica non è indicata
    Laura
    Membro
    Salve! Il mio compagno soffre da sempre di pitiriasis versicolor, ma in tanti anni di convivenza io non ho mai avuto problemi. Alla fine dello scorso anno, purtroppo, anch’io ho sperimentato questa “malattia”. Avvertivo un prurito diffuso in testa e sulle spalle, e dopo qualche tempo mi sono accorta che la pelle del dorso aveva un aspetto strano. Ho fatto un trattamento di una decina di giorni col Canesten e la situazione sembrava tornata alla normalità. Ora, a distanza di tre mesi, ho di nuovo il prurito in modo particolare sulla nuca. La pelle della schiena sembra normale. Può essere una ricaduta? Questi episodi possono essere collegati ad un abbassamento delle difese immunitarie (lo scorso anno ho perso mia mamma per un tumore nel giro di pochi mesi) oppure ci può essere una relazione con l’ambiente esterno (la casa in cui viviamo da un anno è esposta a NO e ha problemi di muffa sulle pareti). Grazie mille per l’aiuto che potrà darmi. Saluti
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Laura, la capacità di contagio della Pitiriasi Versicolor è estremamente bassa ma comunque possibile specie se si verificano situazioni particolari, tipo appunto un abbassamento delle difese immunitarie. La Pitiriasi Versicolor come hai avuto modo di notare anche sul tuo ragazzo tende e a recidivare nel tempo e forse la stessa situazione si potrebbe essere verificata anche nel tuo caso. In questi casi consiglio sempre il consulto del dermatologo per una conferma e di evitare il fai da te.
    Claudia G.
    Membro
    Gentile Dottore, è dal 2013 che mi è stata diagnosticata la PV (anche se mai nessuno mi ha osservato le macchie con la lampada di wood), prescrivendomi varie terapie, che ho eseguito, nonostante le mie macchie fossero bianche. Ogni estate riesco ad abbronzarmi fino a farle sparire, anche in tempi abbastanza brevi, ma non appena l’abbronzatura sparisce, verso novembre/dicembre, inizio a rintravedere le stesse macchie (non ne ho una di più, o una di meno), sempre bianche. Ho una pila con luce nera di wood, e ogni tanto le osservo, ma non vi è nessuna fluorescenza, la pelle con le macchie e quella senza, appare identica sotto tale luce, ció mi fa pensare di non essere appunto nella fase attiva. Le chiedo allora come mai ogni anno, una volta sparita l’abbronzatura son nuovamente punto e a capo?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Claudia, e se non fosse una Pitiriasi Varsicolor? Non è possibile che tu non abbia mai osservato una fluorescenza. E se fosse solo un semplice eczema che poi esita in chiazze chiare ipopoigmentate? 
    Claudia G.
    Membro
    Gentile Dottore, la lampada l’ho acquistata da poco proprio perché mai nessun dermatologo ha formulato una diagnosi con il suo utilizzo. Forse non osservo nessuna fluorescenza perché essendo ormai bianche non vi è più la presenza del fungo?? Mettendo il caso poi che si tratti di un eczema (le macchie si sono peró quasi fuse l’una con l’altra formando una chiazza unica), come dovrei trattarlo? Non dovrebbe comunque ripigmentarsi con l’abbronzatura senza peró ricomparire?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Claudia, prima di tutto è necessaria una diagnosi certa per capire se effettivamente l’uso della lampada può essere valida oppure no.
    Claudia G.
    Membro
    Gentile Dottore, le riscrivo per dirle che mi è stata riconfermata la diagnosi di pv. Continuo a maggior ragione a non spiegarmi perché le macchie si abbronzano ma tornano una volta svanita quest’ultima. Potrebbe essermi utile assumere periodicamente degli integratori come Carovit Melanin? Grazie come sempre per il suo preziosissimo parere!
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Claudia, si potrebbe farlo anche se sono d’accordo con lei anche se sarebbe necessario far presente al suo dermatologo che questa condizione recidiva così di frequente.
Stai visualizzando 30 risposte - dal 1 al 30 (di 59 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.