Pitiriasi Versicolor: cosa è importante sapere

Forum Pitiriasi Versicolor Pitiriasi Versicolor: cosa è importante sapere

This topic has been reported for inappropriate content

  • Post
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    Se soffri di Pitiriasi Versicolor è molto probabile che negli anni avrai consultato diversi dermatologi e magari ti sarai anche fatto una tua particolare idea su questa patologia.Qual è la tua esperienza?
Stai visualizzando 30 risposte - dal 31 al 60 (di 271 totali)
  • Repliche
    Gabriel_81
    Membro
    Salve, io ho riscontrato questo fungo, in particolare sul dorso, da qualche anno ormai presentatosi dapprima con una sola grande macchia al centro della schiena che di tanto in tanto si arrossava provocando prurito, per poi divenire una serie di macchiline bianche su tutta la schiena. Sono stato da un dermatologo qualche settimana fa e mi è stata data la sguente cura:
    CANESTEN UMIDIE al mattino;
    DIZEROUNO crema la sera;
    DIZEROUNO BASE per lavarmi;
    DIZEROUNO SHAMPOO per i capelli;
    FLUCONAZOLO compresse una al giorno dopo pranzo per 14gg.
    Ora sono passati i 14 gg e sto continuando a mettere le creme invertendole e ad usare shampoo e bagnoschiuma appositi.
    Come devo proseguire? Per quanto tempo usare ancora le creme? Le pillole devo prenderle ancora? Come si fa a vedere se il fungo è stato curato correttamente visto che le macchie sono ancora li?
    mi scuso per le tante domande, grazie anticipatamente per la disponibilità.
    Gabriel
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @giovanna,
    esattamente!

    @matteo
    ,
    forse è meglio chiedere al suo dermatologo, lo specialista che li ha prescritti.

    @gabriele
    ,
    anche nel tuo caso meglio chiedere al tuo dermatologo che ha valutato il quadro clinico e saprà rispondere in modo esauriente e individuale
    giorgia F.
    Membro
    Gentile Prof. Martella!
    vorrei chiedere un parere riguardo a delle strane macchie comparse qualche mese fa nel mio interno coscia. La situazione è questa: qualche mese fa, forse 2-3 (ma non posso dirle con esattezza quando è apparsa, vista la locazione della macchia, che si trova al mio interno coscia e poco visibile da me), ho notato questa macchia rossa tonda, la prima e l’unica in quel momento e pian piano mi sembrava che crescesse anche se non di tantissimo, quello che mi ha fatto più preoccupare è il fatto che nelle ultime 2 settimane vicino a questa macchia ho visto altre due piccole macchioline dello stesso colore, forma e composizione (che nel giro di 2 settimane sono cresciute velocemente, anche se ancora non sono della grandezza della prima) e questi giorni noto nell’altra coscia, la sinistra, altre due macchioline piccolissime, che sono della stessa “famiglia”. Sono preoccupata dell’origine di queste macchie, so benissimo che così su due piedi non si può dire niente di certo, ma vorrei avere qualche ipotesi (che ovviamente va approfondita). Queste macchie (la grande ha un dm di 6-7 cm, l’altra 3-4 cm e la terza è più piccola) non danno dolore, nè prurito, se non le vedessi non mi sarei accorta nemmeno di averle, forse sono leggermente più calde e del colore rosso, non sono squamose e non hanno delle placche, quindi sono lisce, qualche volta sembrano rosso scuro, a volte mi sembrano più pallide e altre volte più accentuate, ma la cosa cambia poco. Riguardo a me, ho 34 anni, non fumo, non bevo, non prendo farmaci (se non delle pomate a base di betametasone e acido salicilico per delle psoriasi, che si trovano nei gomiti e in una parte della testa), l’ultimo anno sono stata prevalentemente seduta per gran parte della giornata, sono sposata e non ho ancora figli.
    Grazie
    lamberto
    Membro
    Non pensavo che la lampada di wood di cui dispongo potesse essere utile per la diagnosi della della Pitiriasi Versicolor.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @giorgia fiore,
    la tua è una descrzione dettagliata ma non sufficiente per formulare un’ipotesi valida. Potrei scriverti il nome di tante patologie dermatologiche caratterizzate dalla presenza di macchie “bianche” ma sarebbe per me solo un esercizio memonico. Meglio il consulto di un dermatologo

    @lamberto
    ,
    hehe, non si finisce mai d’imparare! Come mai possiedi una lampada di Wood? 😉
    Giuliano
    Membro
    Grazie per il post dettagliato e preciso.
    Nel mio caso il problema non è particolarmente grave. Le macchioline bianche sono presenti sul collo e sul torace ma non in maniera “infestante”.
    In passato ho debellato il fenomeno con l’uso di “Azolmen-bifonazolo” gel che agiva efficacemente in circa 3 settimane di applicazioni. Stavolta ho superato la quarta settimana senza però ottenere gli stessi risultati. Può essere che la guarigione sia in effeti avvenuta e che la presenza delle macchie è riconducibile al discorso legato al fatto che la pelle circostante risulta ancora abbronzata?
    In alternativa è consigliabile continuare le applicazioni ancora per qualche settimana?
    Grazie anticipatamente.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @Giuliano,
    grazie per i complimenti!
    Per quanto riguarda le tue macchie forse sarebbe meglio un consulto per tanti motivi:
    – accertare che la terapia che stai eseguendo da tempo sia efficace e non è stata sviluppata resistenza
    – valutare se le machie sono solo l’esito finale della malattia oppure è ancora attiva
    claudio
    Membro
    Soffro di ds al volto e conseguente lieve folicolite seborroica (quella al cuoio la riesco a controllare facilmente con shampoo ad hoc). Sul volto mi si propone dunque spesso l’uso di detergenti contenenti antifungini (mydet o micodet) o persino il nizoral scalp nonostante sia uno shampoo.
    La cosa che ho riscontrato è che se applico il detergente sul volto e lo massggio sino a formare una schiuma, la pelle si irrita, mentre se creo una schiuma tra le mani e la passo sul volto, non accade. Quel che mi chiedo è se l applicazione con lieve massaggio del prodotto già reso schiumoso tra le mani, mantiene le sue capacita detergenti e antibatteriche oppure no.
    Inoltre per quanto tempo possono usarsi detergenti antifungini per non incorrere in resistenze? Il nizoral si applica 2 vv la settimana per 4 settimane, ma per i detergenti d’uso quotidiano come mydet o micodet non so.
    Spero tanto in una indicazione di qualcuno. grazie
    Enzo
    Membro
    sono ormai tre anni che soffro a periodi alterni più o meno regolari di questa malattia tuttavia essa mi provoca anche una eccessiva sudorazione che emana un odore molto acido sopratutto nella zona del cuoio capelluto come posso fare per eliminare per lo meno questo brutto sintomo?
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @Enzo
    la sudorazione non è una conseguenza della Pitriasi Versicolor.
    anna
    Membro
    Questo è un problema che, per quanto mi riguarda si ripresenta a fasi alterne.
    Comunque lo gestisco con la crema SERTADERM , il problema è che nell’ultimo periodo avverto prurito forse è al comune bagnoschiuma che devo stare attenta? ce n’è qualcuno specifico?
    Grazie e complimenti.
    Vincenzo
    Membro
    Buongiorno,
    mi unisco ai numerosi complimenti per la completezza e la chiarezza con cui ha presentato la Pitiriasi Versicolor.
    Combatto da 10 anni con questo “inestetismo” e, fatta eccezione per qualche breve periodo, non mi ha mai abbandonato. Devo ammettere che mi sono rassegnato ad un certo punto, poiché non notavo nessun risultato stabile.
    Ho consultato il mio medico, il quale mi ha prescritto una visita specialistica.
    Questa ha confermato la diagnosi.
    La mia terapia prevedeva l’applicazione di Pevaryl Gel, steso sulla pelle la sera prima di andare a letto e sciacquato la mattina, unito ogni tanto all’uso di detergenti specifici.
    Un secondo consulto medico, ha aggiunto alla mia terapia l’assunzione di Diflucan per un periodo di 14 giorni. L’estensione della mia Pitiriasi è notevole: tutta la schiena, il petto e parte delle braccia.
    In seguito però il mio medico mi ha sconsigliato di usare un farmaco così forte, facendomi leggere in alcuni testi medici come sia addirittura sconsigliato in questo caso.
    Condivide questa posizione?
    Ricomincerò la terapia a breve, e vorrei porle ancora una domanda.
    Quando concluderò il ciclo di cura con il Pevaryl ed i detergenti, mi troverò con la pelle “maculata” per l’assenza di melanina, posso assumere qualche integratore per accelerare la produzione di questa? So che una sana esposizione al sole aiuterebbe, ma negli ultimi anni non ho fatto molti giorni di sole e la mia pelle, penso,ne ha risentito.
    Perdoni se sono stato molto prolisso, ma ci tenevo ad inquadrare la mia situazione al meglio.
    La ringrazio veramente tanto,
    Buon lavoro
    Vincenzo Licata
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @Vincenzo
    senza nulla togliere al suo medico di medicina generale seguirei le indicazioni dello specialista. terminata la cura si può intervenire con integratori o altro per accelerare la pigmentazione delle macchie bianche
    massimo
    Membro
    anche a me e’ stata riscontrata la p.v. me la porto addosso da 40 anni avendone 58, provato difuclan,x 21gg. trovo migliore il triasporin x gg.8, comunque non e’ la malattia che mi infastidisce, ma il prurito e’ insopportabile, e per combatterlo uso una compressa di antistaminico la sera ma questa non copre tutto il giorno, come posso fare per togliere il prurito? grazie e un saluto.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @massimo,
    normalmente la PV non è caratterizzata da un prurito intenso. Siamo sicuri della diagnosi?
    claudio
    Membro
    salve pure io ho 3 chiazze bianche sulla pelle proprio sul petto ,e quando vado al mare quella parte nn si abbronza penso di averli gia da tre anni, mi son accorto dopo che ho fatto la ceretta sapete una cura efficace vi ringrazio
    teresa
    Membro
    Combatto con la pitiriasi versicolor da quando avevo18 anni ,ora ne ho 48.Dopo infiniti consulti , tanti prodotti utilizzati, altrettanti farmaci e tanti soldi spesi ,senza risultati validi e duraturi,finalmente nel 2011 una dermatologa molto seria e coscienziosa mi consigliò di utilizzare una schiuma :Keto-mousse,contenente chetoconazolo,zinco piritione e acido salicilico. Già dopo i primi giorni di applicazione notavo miglioramenti e dopo un mese erano sparite tutte le macchie. Ho gridato al miracolo,sono stata bene per circa due anni.Pochi giorni fa notando delle macchioline sul torace, vado in farmacia per acquistare il prodotto e mi viene detto che non è più disponibile, perchè ritirato dal commercio,senza nessuna spiegazione .Io credo che il motivo sia di facile interpretazione.Ora sono disperata ,perchè nemmeno il farmacista ha saputo indicarmi un prodotto equivalente. Confido nel suo aiuto e la ringrazio.
    rol
    Membro
    Salve,
    mi unisco anch’io ai complimenti già espressi.
    Sono affetto da questa patologia da più di 25 anni, in cui i successi (pochi) non sono mai definitivi.
    Attualmente la pitiriasi versicolor si sviluppa principalmente nel dorso con le tipiche chiazze eritematose.
    Avrei alcune domande se fosse possibile:
    1. una terapia classica di 200mg/die di itraconazolo per 14 gg. è potenziamente dannosa per il fegato?
    2. anni fa una dermatologa mi prescrisse una soluzione di sodio iposolfito al 40% per uso topico, come soluzione alternativa alla terapia classica. I risultati sono stati oltre ogni più rosea aspettativa anche se purtroppo la recidiva alla fine ha prevalso. Ci sono evidenze a riguardo? Concorda sull’utilità di detta soluzione?
    3. sempre a proposito di soluzioni non ortodosse, si parla molto dell’utilità dell’olio o dei semi di neem. A tal proposito ripropongo la domanda precedente.
    Grazie per l’attenzione.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @claudio,
    prima di tutto sarebbe meglio confermare il tuo sospetto con una visita dermatologica per poi iniziare una terapia ad hoc.
    @terea,
    forse il prodotto sarà riformulato non lo so, tuttavia accade che un prodotto dapprima efficace ad un certo punto non lo è più, magari conseguentemente ad una resistenza sviluppata dall’agente patogeno responsabile del problema.
    Potrà sembrarti scontato e ovvio ma per evitare di usare prodotti inutilmente ti consiglio di ritornare dal tuo ultimo specialista e farglielo presente.

    @rol

    1. il farmaco citato è metabolizzato dal fegato quindi potrebbe avere delle conseguenze sul suo funzionamento.
    2. personalmente non ho esperienza clinica e terapeutica utilizzando la soluzione citata.
    3, mi spiace ma neanche per questa. 🙁
    carmine
    Membro
    Mi chiamo Carmine ho 51 anni e combatto la pitiriasi versicolor da più di 30 anni. Dopo aver interpellato vari dermatologi ho usato svariati tipi di creme. Dopo vari trattamenti effettuati nel tempo sono riuscito a eliminare le macchie temporaneamente. A distanza di tempo queste si ripresentavano. Agli inizi degli anni novanta il mio medico curante mi consigliò delle compresse per vie orali, il lamisil 250 mg. Dopo una settimana di trattamento le macchie sono completamente scomparse e per circa 10 anni non si sono più ripresentate. Nell’estate del 2004 sono ricomparse. Ho ripreso il trattamento con il lamisil ma mi son reso conto che dovevo aumentare il perido di trattamento per farle scomparire. Negli ultimi tempi ho usato il micomix a compresse 200 mg. da ottobre 2012 a gennaio 2013 ottenendo scrasissimi risulati. Ho ripreso il lamisil a compresse per via orale da due mesi circa e le macchie non vanno via. Le macchie sono presenti sulla schiena e sul dorso. Sono molto preoccupato! Le chiedo se in commercio esistono prodotti che possono essere e fficaci anche omeopatici? Grazie.
    Lind@
    Membro
    Gent. Prof. Martella le scrivo perchè ho bisogno di un suo parere.
    a mio marito periodicamente compaiono periodicamente sia le macchioline rosse sul torace che quelle marroni al “giro” ascella… di solito il tutto si risolve con l’assunzione di Sporanox.
    E’ successo che nonostante abbia da sempre avuto tanti capelli e molto folti …, adesso ha un inizio di alopecia (il medico ha prescritto Elocin lozione.). Secondo lei se c’è un nesso tra Pitiriasi Versicolor e Alopecia?
    Grazie
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @carmine,
    forse è solo necessario che oltre alla terapia per debellare la malattia è necessario un trattamento di mantenimento da eseguire ciclicamente
    @Lind@
    nessuna associazione tra la PV e l’alopecia!
    Marcella
    Membro
    Caro Dottore, la smentisco dicendole che la PV porta prurito nel momento in cui, essendo molto estesa, crea una barriera di pelle morta che se non viene rimossa soffoca la pelle sottostante e non le permette di sfogare. Io dopo la gravidanza ho trovato un’ottima soluzione: faccio un bagno una volta a settimana detergendomi con una saponetta allo zolfo. La pelle morta si ammorbidisce e viene via strofinando delicatamente la mano. Poi mi cospargo di olio (mandorle e ultimamente sto provando l’olio di neem). Devo dire che sembra funzionare, ma soprattutto ho notato che lì dove mi ungevo d’olio durante la gravidanza i funghi non comparivano. Hanno iniziato a farsi vedere appena ho smesso. Così ho elaborato questa strategia. Postmetto che sto allattando e che lo scorso anno ho consultato 5 specialisti tutti concordi che si tratti di PV. Spero di essere utile.
    Gae
    Membro
    Salve
    Anch’io soffro di questa forma micotica fin da quando ero adolescente. ( ora ho 38 anni).
    Come in occasione della prima gravidanza, si è ripresentata in forma intensa nella seconda e continua a espandersi con l’allattamento. Collo, spalle, schiena e addome. Uso ogni tanto stiprox ma non prendo ovviamente nulla per via orale. Perche’ gravidanza e allattamento sono periodi in cui si intensifica? Posso fare qualcosa? Grazie
    caren
    Membro
    salve, complimenti per l’articolo molto dettagliato ed esauriente, sono una recidiva da 10 anni e mi ha preso oramai tutta la schiena, cerco di starle dietro con tiomousse, shampoo apposito e candiflu (perchè lo sporanox non mi facev effetto) ma permangono si fermano di “fermentare” per un breve periodo poi riniziano, la cosa che le volevo chiedere che per me è singolare, è che al contrario di tutte le informazioni spariscono con il sole e mi fuoriescono prevalentemente di inverno, ho una carnagione mulatta e si vedono abbastanza, ha consigli ulteriori da darmi in merito? grazie mille per dell’attenzione
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @Gae,
    non so per certo se è vero che durante la gravidanza e/o l’allattamento la PV peggiora forse è solo una coincidenza.

    @caren
    ,
    grazie per aver condiviso la tua esperienza. Per quanto riguarda i consigli nient’altro da segnalarti oltre a quanto riportato nel post
    Marcella
    Membro
    @ Gae e al dott. Martella
    In gravidanza e ora con l’allattamento, ahimè, è successa la stessa cosa. Espansione su tutto il corpo tranne gambe e faccia. Che si tratti anche a me di coincidenza? Noto comunque con stupore che siamo in tanti e che tutti cerchiamo una soluzione, che a quanto sembra purtroppo non c’è. Intendo definitiva. Forse solo con la vecchiaia, quando i nostri ph cambieranno, sti funghi spariranno. Ringrazio la pazienza comunque del dott. Martella nel rispondere a tutti. E lo sollecito anche a impegnarsi a trovare insieme ai suoi colleghi una cura, perché come tutti noi sappiamo, anche se non è una malattia molto fastidiosa fisicamente, lo è però dal punto di vista psicologico… È ribadisco in gravidanza e in allattamento anche io non ho saputo dove battere la testa.
    Dott. Alessandro Martella
    Amministratore del forum
    none
    @Marcella
    grazie per aver condiviso la sua esperienza e per il suo invito! 🙂
    alessio
    Membro
    Buongiorno, anche io soffro ormai da anni di questo fungo odioso, a me non dà prurito ma nonostante lavaggi con Micodet e mi spalmi di Pevaryl per una settimana 2 volte l’anno come prescritto dal dermatologo puntualmente alle prime esposizioni al sole ho enormi macchie bianche sulla schiena, sotto le braccia e alla base della nuca, possibile non esiste metodo valido per debellare o quanto meno diminuire queste macchie antiestetiche?
    Fiducioso attendo un consiglio.
    Anto86
    Membro
    Buonasera, ho 26 anni e mi sono accorto di queste macchioline bianche, specialmente sulle braccia (quasi solamente sulle braccia) ad aprile, ma sono andato dalla mia dermatologa di fiducia ad inizio luglio. Dopo la visita con la lampada di Wood, mi ha prescritto falvin spray da applicare sul tronco una volta al giorno per 15 giorni e un detergente con il quale lavarmi, selan mico.
    vorrei il suo parere sulla cura.
    Inoltre mi ha chiesto di fare le analisi del sangue perchè tutto ciò potrebbe essere causato dalla tiroide.
    Cosa ne pensa della cura e del fatto delle analisi?
    Confido nella sua risposta.
    Saluti.
Stai visualizzando 30 risposte - dal 31 al 60 (di 271 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.